TheFRAG

il frammento mancante

Report 15-10-2011 – Inaugurazione TheFRAG

Una fredda serata di ottobre, che si scalda in una serata d’inaugurazione veramente folgorante.

Sul palco, a fare da scenografia agli artisti che si sono alternati alla consolle, tra cui l’ospite della serata, il grande Fabrizio Lapiana (Attic Music), gli intensi live visuals di Goga, ormai alla sua seconda presenza a TheFRAG, durante i quali si è divertita a ‘disegnare live’ sopra alle animazioni proiettate (e ovviamente tutte create da lei). Ma se non li avete visti, andate vederveli qui sul nostro sito, o date un’occhiata al suo sito http://www.goga.im/

Di fianco al palco, a fare da regina, la video-installazione a cura di TheFRAGlab, una struttura riecheggiante la forma di una tenda, colorata da una proiezione di video e immagini su uno dei suoi lati, montati e rimescolati tra loro, con soggetto la cosiddetta ‘indignazione’ e spiazzanti frame di filmati dal tono contraddittoriamente provocatorio.

Tommy Outside, con lo sfondo delle pasciute creature e i robot schizzoidi e molto indignati di Goga, ha dato il via alla serata con una traccia alquanto deep, pur nella sua oscura andatura techno. Con un set quasi inverso rispetto alla norma per essere il primo della serata – dal salendo al calando – ha svegliato il pubblico, a inizio serata concentrato a chiacchierare e a sbevazzare comodamente seduto sui gradoni del soppalco del Pedro o al bancone del bar.

Free SB ha optato per uno stile denso e pieno, fatto di trame techno tanto raffinate quanto suadenti. Ritmiche secche e morbide intensità andanti. Si crea un bel giro di gente, ci si avvicina a ballare, smollando quella posizione laterale al palco, un po’ timida, un po’ tesa, un po’ da chiacchiericcio…
Iniziano le danze serie. Un pubblico di una certa età – e lo notiamo con soddisfazione, dobbiamo ammetterlo! – misto a tantissimi ragazzi, eleganza mista a serena noncuranza, amicizie (e non solo) che nascono sulla pista, un bel giro, intimo, quasi famigliare, pur essendoci un sacco di facce nuove, anche tanta gente da fuori Padova.

Giunge il momento del set del nostro special guest Fabrizio Lapiana, e lì si compie una sorta di miracolo collettivo, con il pubblico ipnotizzato e intento a godersi i viaggi sonori sapientemente dosati. Non per essere svenevoli, davvero, ma preme ricordare la marea di sorrisi tra la gente. [Che poi sono quelli che ci sciolgono dalle tensioni – normali – della serata e ci fanno sentire orgogliosi !]
Lapiana coccola e solletica per 2 ore orecchie e cervelli del numeroso pubblico, ormai più che sciolto. Il suo è un vero e proprio tunnel, cerebrale al punto giusto, con il pubblico che è travolto anche visivamente dalle immagini di Goga, sempre più adorabilmente nevrotiche e ringalluzzite.

Leinad non può che chiudere in bellezza, con il suo stampo seccamente techno dai riverberi dark, con quel giusto tocco da ‘ultimo dj set’, dove la voglia di far ballare si mischia inevitabilmente alla voglia di costruire musicalmente la più adatta fine per un racconto sonoro durato 6 ore.

Il resto è un vostro frammento personale della serata.

Grazie.

Divna Ivic

Un commento su “Report 15-10-2011 – Inaugurazione TheFRAG

  1. Rocco Blanco
    24 ottobre 2011

    Sorrisoni e Scioglievolezza❤

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 ottobre 2011 da in rep 2011-12.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: